Warning: A non-numeric value encountered in /home/matteom1/public_html/wp-content/themes/Divi/functions.php on line 5837

Come mettere il turbo alla tua attività?come mettere il turbo alla tua attività

Come mettere il turbo alla tua attività? Che tu sia un imprenditore, un freelance o semplicemente un appassionato di marketing, quello che ti sto per scrivere è davvero importante e interessante per mettere il turbo alla tua attività.

Come mettere il turbo alla tua attività: usa questa formula

Secondo Kotler, considerato uno dei padri fondatori del marketing, dice che la formula per avere successo nel business è la seguente:

Successo= innovazione + marketing

INNOVAZIONE Che cos’è l’innovazione? Per me innovare significa cambiare, migliorare la vita delle persone.

L’innovazione è creatività disciplinata.

Come mettere il turbo alla tua attività? Devi innovare..perché una cosa è avere un’idea, un’altra è trasformare quell’idea in prodotto o servizio!

Molti imprenditori non sono innovatori. Pochi imprenditori innovano davvero. Se una persona apre un ristorante è un imprenditore, se apre un ristorante senza camerieri è un innovatore.

Elon Musk è un innovatore. Consiglio la lettura del suo libro. E’ il fondatore di Tesla, Paypal, SolarCity, SpaceX Leonardo Da Vinci era un innovatore. Dobbiamo essere come Leonardo Da Vinci, come Elon Musk, come Steve Jobs, come Edison… innovatori! Ricorda: l’innovazione è creatività disciplinata!

MARKETING

Passiamo al secondo ingrediente della formula per avere successo ovvero il marketing. Per avere successo è di fondamentale importanza investire quotidianamente del budget in marketing. Il marketing è troppo importante. Il marketing è tutto. Il marketing deve essere un costo fisso e non variabile. Devi investire almeno il 10% del tuo fatturato in marketing.

Ma il marketing sta cambiando… storytelling, brand positioning, digital marketing sono le parole che stanno evolvendosi sempre più ed è bene che tu le tenga bene a mente approfondendo l’argomento Prima il marketing comunicava un prodotto/servizio attraverso parole, immagini e suoni che emozionavano. Ora il marketing il prodotto lo crea! E’ il marketing che crea la strategia!

Come mettere il turbo alla tua attività: occhio al marketing manager

Per mettere il turbo alla tua attività non puoi fare tutto da solo. Conosco diversi imprenditori. Mille cose da fare, mille scadenze.

Il marketing bisogna farlo fare a chi se ne intende ovvero al marketing manager (o assumendolo internamente o facendosi seguire dall’esterno).

Il punto è questo: il marketing manager non sarà la persona che ti farà vendere di più (quello è il lavoro dei commerciali) ma sarà la persona che ti aiuterà a trovare nuovi prodotti da realizzare per i gruppi di persone aventi bisogni da soddisfare.

Un po’ come diceva Seth Godin (autore del libro “La mucca Viola“): Non trovare clienti per i tuoi prodotti ma prodotti per i tuoi clienti! Il marketing manager crea, comunica, consegna e dà valore. Il marketing manager deve avere piena libertà di dove cavolo andranno a finire i soldi spesi in marketing. È lui che decide. L’imprenditore gli da il budget, il marketing manager lo investe e valuta sulle scelte giuste da fare.

Non solo, il marketing manager ha il compito di unire il tradizionale con il digitale. Dobbiamo unire tradizione e digitale. E lavorano davvero bene insieme. Vuoi un esempio? Non dico che lo spot televisivo da 30 secondi non possa essere efficace (chiaramente il bambino o il cane rende lo spot più umano e questo ok) ma dico che lo spot debba prima di tutto essere uno spot che descriva ciò che fai, perché scegliere te ecc ecc ma soprattutto alla fine dire una cosa molto simile a “per maggior informazioni visita il sito internet o la nostra community su Twitter”

Come mettere il turbo alla tua attività: Precision Marketing & le 5C

Per prima cosa passiamo in rassegna la vecchia definizione di marketing. Marketing uguale a vendita, uguale a pubblicità o uguale a promozione. Giusto? Sbagliato! Forse era una definizione corretta una volta.

Il marketing è soddisfare, con i tuoi prodotti e servizi, bisogni e desideri umani.

Quando si vende un prodotto in realtà si vende il servizio offerto da quel prodotto. Il marketing non deve creare profitto (quello è una conseguenza), il marketing deve creare clienti. come mettere il turbo alla tua attività E quando parlo di clienti non parlo di un clienti sporadici ma di clienti che acquistano in maniera ripetuta da te.  Come mettere il turbo alla tua attività? Crea, sviluppa e coltiva il cliente. E per far questo devi creare un marchio, creare una brand e avere la fiducia dei tuoi clienti. Ora parliamo delle 5 C Mattè che meenghia sono queste 5C? Customers (clienti), company (tua attività), collaboratori (rivenditori, dipendenti ec), competitors (analizzi la tua concorrenza?), context (il contesto, il mercato in cui si opera)   Per mettere il turbo alla tua attività, devi costruire il tuo piano marketing:

  • Inserisci le vecchie ma ancora attuali del marketing: prodotto, prezzo (e incentivi), place e promotion (promozione e comunicazione)
  • Inserisci le nuove 5 p: clienti, company (azienda), collaboratori, competitors e contesto (mercato in cui operi, chi è il tuo target ecc)
  • Non dimenticarti della consegna. Importante: molti clienti scelgono un brand piuttosto che un altro perché ha la consegna migliore.
  • Fai brand positioning 
  • Crea il tuo marchio 

L’obiettivo è creare fiducia. Ma non è finita qua. NON esiste solo un unico piano

Esiste un piano di marketing per ogni target di riferimento.

McDonald’s non ha solo un piano di marketing. Ha un piano di marketing per ogni tipologia di target di riferimento con una comunicazione differente e un prodotto/servizio differente. Per le famiglie avrà un piano di marketing diverso dalle ragazze single e ovviamente un prodotto e servizio diverso (happy meal per il bambino e l’insalata per la donna single) come mettere il turbo alla tua attività Ora veniamo all’ultimo pezzo mancante per mettere il turbo alla tua attività ovvero la strategia, il cuore del marketing strategico. Il marketing strategico parte tutto con il modello STP ovvero segmento, target e posizionamento. In che segmento di mercato operi? Nella tua zona esistono adolescenti o anziani? Entrambi? Che persone vuoi andare a soddisfare? Nell’esempio precedente, vuoi dedicarti sia alle famiglie che alla donne single? O focalizzarti solo su un segmento? Il posizionamento invece è la tua proposta di valore. Perchè le persone dovrebbero venire da te? Qual è il tuo elemento differenziante? Mattè, mi stai dicendo che potrei avere più target? OYESS Ricorda: più target, più piani di marketing! E perché questo? Perché per ogni target avrai una comunicazione diversa, una proposta di valore diversa e un prodotto/servizio diverso. Messaggio giusto alla persona giusta nel momento giusto. Ecco cos’è il precision marketing.

Commenti

commenti